Benvenuti - Accademia ``Diritto e Migrazioni`` - ADiM

250
Docenti che hanno aderito
12
Partner che hanno aderito
8
Gruppi di lavoro

“Un’Accademia di eccellenza nata per unire le conoscenze e le competenze di chi studia i fenomeni migratori”


Chi siamo

L’Accademia di Diritto e Migrazioni (ADiM) è una rete scientifica composta da studiosi interessati a svolgere attività di ricerca e di didattica avanzata in materia di immigrazione. All’iniziativa – promossa dal Dipartimento di studi linguistico-letterari, storico-filosofici e giuridici (DISTU) dell’Università della Tuscia nell’ambito del progetto di eccellenza finanziato dal MIUR per il quinquennio 2018-2022 – hanno finora aderito circa 200 studiosi di tutte le discipline giuridiche e numerosi dipartimenti e istituti di ricerca. L’adesione è aperta a professori, ricercatori, assegnisti di ricerca, dottorandi e dottori di ricerca.

Cosa facciamo

ADiM nasce per superare l’isolamento di studiosi e gruppi di ricerca e la frammentazione del dibattito scientifico in materia di immigrazione, creando collegamenti stabili tra i diversi ambiti della ricerca giuridica e, più in generale, delle scienze sociali.

Gli obiettivi di ADiM sono i seguenti:

  • promuovere analisi interdisciplinari per assicurare un contributo alla costruzione di un dibattito pubblico informato;
  • fornire supporto ai dipartimenti e agli enti aderenti per potenziare le attività didattiche e di formazione in materia di immigrazione;
  • creare una rete di giovani ricercatori, con incontri periodici, per offrire a dottorandi, dottori e assegnisti di ricerca occasioni di confronto e approfondimento sui temi delle loro ricerche;
  • valorizzare la ricerca applicata con iniziative in collaborazione con (e a beneficio di) tribunali, operatori del settore e società civile (c.d. terza missione)

Come operiamo

Le attività di ADiM si svolgono attraverso gruppi di ricerca, dediti ad attività di discussione e ricerca, e gruppi operativi. Tutti i gruppi di lavoro hanno carattere “itinerante”, con riunioni periodiche presso varie sedi e un programma autonomo. Ciascun gruppo ha propri coordinatori, che danno impulso alle attività e sono espressione di diversi settori disciplinari.

I gruppi di ricerca

I quattro Gruppi di ricerca istituiti nell’ambito dell’Accademia promuovono lo studio interdisciplinare di diversi aspetti del fenomeno migratorio. Ciascun gruppo organizza, presso sedi universitarie diverse, seminari e incontri scientifici su argomenti specifici nell’ambito delle seguenti aree tematiche:

La dimensione esterna: i rapporti con i paesi terzi e l’esternalizzazione delle frontiere

Il Gruppo studia le questioni giuridiche legate alla dimensione esterna, cioè al percorso del migrante dal paese di origine al paese di transito verso l’Europa. Le ricerche si incentrano sulle ragioni, anche storiche, che sono all’origine dei flussi migratori, sulla cooperazione con i paesi di origine e transito, nonché sul tema della regolarità/irregolarità dei canali di ingresso.

Principali ambiti di ricerca:

  • Flussi migratori, colonialismo e neocolonialismo
  • I canali di ingresso per migranti economici e la cooperazione con i paesi di origine
  • I canali di ingresso per richiedenti asilo e la cooperazione con i paesi di transito/rifugio
  • Il contrasto dei traffici irregolari e il salvataggio in mare (operazioni SAR)

La dimensione nazionale: la gestione delle frontiere

Il gruppo studia l’esercizio della sovranità statale nel controllo dei confini nazionali e nella gestione degli arrivi delle persone che transitano o intendono permanere sul territorio di uno Stato, anche valorizzando la prospettiva storica e comparata. Le ricerche del gruppo si concentrano sui sistemi di accoglienza dei migranti e richiedenti asilo a livello statale e sulle tecniche di esclusione degli stessi, attraverso i rimpatri e la detenzione amministrativa.

Principali ambiti di ricerca:

  •  Il territorio, i confini e lo Stato nazione
  • La prima accoglienza e la gestione degli arrivi non autorizzati
  • La seconda accoglienza e la gestione dei richiedenti asilo
  • Gli strumenti di esclusione: la detenzione amministrativa e le tecniche di rimpatrio

La dimensione europea: l’immigrazione come sfida esistenziale per l’Unione

Il gruppo studia l’immigrazione dal punto di vista del diritto europeo e del processo di costruzione dell’Unione. Le ricerche sono dirette ad approfondire lo studio dei problemi legati alla libertà di circolazione delle persone, al controllo delle frontiere degli Stati membri e dell’Unione, al ruolo di Frontex e all’identità europea.

Principali ambiti di ricerca:

  • La europeizzazione delle frontiere: il ruolo di Frontex e le tecniche di identificazione
  • La crisi di Dublino: passato, presente e futuro dell’asilo in Europa
  • La crisi di Schengen: terrorismo, movimenti secondari e libertà di circolazione
  • Fortress Europe: l’Europa di ieri, oggi e domani?

Le sfide dell’integrazione

Il gruppo esamina i modelli e le condizioni di integrazione dei migranti nelle società di approdo. Le ricerche hanno ad oggetto la regolazione dell’ingresso nel mercato del lavoro, l’accesso ai servizi sociali, le condizioni giuridiche di inserimento nelle comunità ospitanti, le possibilità di godimento dei diritti di cittadinanza.

Principali ambiti di ricerca:

  • I modelli di integrazione: le società multietniche di domani
  • L’integrazione economica: immigrazione e mercato del lavoro
  • L’integrazione sociale: scuola, cultura, identità, lingua e sicurezza interna
  • L’integrazione giuridica: cittadinanza, nazione, diritti sociali

 


I gruppi operativi

I quattro Gruppi operativi istituiti nell’ambito dell’Accademia si occupano della divulgazione dei risultati delle ricerche scientifiche, della gestione delle attività di didattica congiunta, della promozione di reti dottorale e post-dottorale, della realizzazione di esperienze di didattica avanzata e ricerca applicata.

Gruppo dibattito pubblico informato

Il gruppo di lavoro ha il compito di assicurare che l’Accademia contribuisca al dibattito pubblico in tema di immigrazione, mediante la diffusione di informazioni affidabili e la elaborazione di analisi scientifiche rigorose. Il gruppo individua gli strumenti più appropriati per la realizzazione di questo obiettivo e coordina i lavori del blog del sito ADiM, definendone la linea editoriale e programmandone i contenuti.

Gruppo rete dottorale e post-dottorale

Il gruppo di lavoro persegue le seguenti finalità:

  • creare una rete tra i corsi di dottorato che includono nei loro programmi di ricerca tematiche collegate al diritto dell’immigrazione, anche al fine di organizzare percorsi formativi comuni, in collaborazione con ADiM;
  • organizzare, attraverso apposite calldoctorale post-doctoralcolloquia semestrali per la presentazione e la discussione dei lavori di ricerca di dottorandi e neo-dottori di ricerca interessati a sviluppare ed approfondire le loro indagini;
  • incontri di presentazione e discussione dei più importanti saggi e libri in tema di immigrazione, con la partecipazione attiva dei dottorandi e post-doc(chiamati a intervenire come discussanto come autori di reaction papers).

Cliniche legali e formative

Il gruppo promuove la costruzione di una rete di cliniche forensi specializzate in materia di cittadinanza e immigrazione, da istituire in collaborazione con i Tribunali e gli Ordini degli avvocati locali. L’obiettivo delle cliniche legali è fornire agli studenti una formazione che coniughi lo studio teorico del diritto con l’esperienza pratico-applicativa, attraverso la preparazione di atti giudiziari ed extra giudiziari, lo sviluppo di osservatori sulla giurisprudenza e di laboratori sulla legislazione.

Il gruppo di lavoro, inoltre, supporta la creazione delle seguenti attività didattiche e formative, miranti a sviluppare competenze giuridiche, di sensibilità e comunicazione interculturale:

  • Summer Schools
  • Moduli o corsi specialistici in materia di immigrazione, mediazione e interculturalità
  • Master
  • corsi specialistici in materia di immigrazione
  • laboratori di giudizi simulati
  • percorsi di formazione per avvocati, magistrati, dirigenti delle pubbliche amministrazioni e operatori delle pubbliche amministrazioni, insegnanti, formatori e assistenti sociali

Laboratorio avanzato sulla legislazione dell’Unione

Il laboratorio è uno spazio di analisi e valutazione delle misure legislative europee adottate o in corso di adozione nell’ambito del Titolo V del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea. Il laboratorio, aperto alla partecipazione degli aderenti ad ADiM con specifiche conoscenze in tema di Spazio di libertà, sicurezza e giustizia, prevede incontri con cadenza regolare per l’elaborazione di dossier sulla legislazione europea in itinere. Agli incontri, organizzati in Italia e a Bruxelles, partecipano, oltre agli aderenti ad ADiM interessati, anche studiosi stranieri, parlamentari e rappresentanti delle istituzioni nazionali ed europee. Il laboratorio intende contribuire al dibattito sulla legislazione europea, fornendo ai decision-makers contributi di analisi strategica e pre-assessment delle opportunità e delle sfide che attendono l’Unione nel breve, medio e lungo periodo.