Artista: Frank Horvat

Scheda riassuntiva

Autore della scheda: Andrea Grilli

Parole chiave: Carattere creativo, creatività, libro fotografico, concetto giuridico.

Descrizione: La Editrice Novecento S.r.l. aveva incaricato il fotografo Frank Horvat di realizzare un servizio fotografico sui luoghi visitati da Goethe in Sicilia nell’ambito di un progetto editoriale volto a riprodurre con immagini fotografiche attuali le tappe più suggestive dei viaggi in Sicilia di scrittori famosi. Si era anche riservata i diritti di venti fotografie del servizio. La Casa di Goethe aveva, senza autorizzazione, inserito nel catalogo in vendita dall’apertura della mostra “Frank Horvat Goethe in Sicilia Fotografie” le foto di Horvat ed il catalogo, inoltre, era accompagnato dai medesimi brani selezionati dalla casa editrice per la propria pubblicazione. Al termine del terzo grado di giudizio la Casa di Goethe è stata condannata.

Categoria: Fotografia

Informazioni sull’artista

Artista: Frank Horvat

Nazione: Italia

Periodo attività: 1950 – 2020

Sito web artista: http://www.horvatland.com/

Note: È stato un fotografo famoso per le foto di moda, fotogiornalismo, ritratti, paesaggi, natura e scultura. Allievo di Henri Cartier-Bresson che lo avviò all’uso della Leica.

Informazioni sull’opera

Opera: Goethe in Sicilia

Data realizzazione: 1982

Tecnica: fotografia in bianco e nero

Collezione/Museo: Editrice Novecento S.r.l.

Data acquisizione: 1981

Informazioni sui contenziosi, attività giudiziaria

Autorità giudicante: Corte Suprema di Cassazione, sez. 1

Sentenza: Sentenza n. 25173 del 28/11/2011

Attore: Novecento Ed Srl

Convenuto: Casa Goethe

Massima: In tema di diritto d’autore, il concetto giuridico di creatività, cui fa riferimento l’art. 1 della legge n. 633 del 1941, non coincide con quello di creazione, originalità e novità assoluta, riferendosi, per converso, alla personale e individuale espressione di un’oggettività appartenente alle categorie elencate, in via esemplificativa, nell’art. 1 della legge citata, di modo che un’opera dell’ingegno riceva protezione a condizione che sia riscontrabile in essa un atto creativo, seppur minimo, suscettibile di manifestazione nel mondo esteriore, con la conseguenza che la creatività non può essere esclusa soltanto perché l’opera consiste in idee e nozioni semplici, ricomprese nel patrimonio intellettuale di persone aventi esperienza nella materia; inoltre, la creatività non è costituita dall’idea in sé, ma dalla forma della sua espressione, ovvero dalla sua soggettività, di modo che la stessa idea può essere alla base di diverse opere che sono o possono essere diverse per la creatività soggettiva che ciascuno degli autori spende e che, in quanto tale, rileva ai fini della protezione. Nella specie, la Suprema Corte ha ritenuto che l’originalità di un libro fotografico sui luoghi visitati da Goethe in Sicilia andasse valutata nel modo in cui l’idea era stata sviluppata, cioè in base alla scelta dei brani letterari e delle foto utilizzate.