Artista: Montagnè Gilbert Henri

Scheda riassuntiva

Autore della scheda: Andrea Grilli

Parole chiave: Plagio, contraffazione, diritto d’autore, proprietà intellettuale, distinzione dall’elaborazione creativa, confusione

Descrizione: Montagnè Gilbert Henri, Barbelivien Didier, Universal Music Italia srl, Abramo Allione Edizioni Musicali srl sono stati condannati dal Tribunale di Milano, con successiva conferma nei gradi successivi, per aver plagiato la canzone “One fille de France” per il brano musicale “On va s’aimer”. In particolare nella sentenza il giudice ha sottolineato che “la ripetizione sostanzialmente identica delle prime tre battute di “Une fille de France” induce chicchessia a scambiare una canzone con l’altra – le lievissime differenze di natura ritmica sono assolutamente ininfluenti nella percezione auditiva della melodia”.

Categoria: Musica

Informazioni sull’artista

Artista: Montagnè Gilbert Henri

Nazione: Francia

Periodo attività: 1969 – in corso

Sito web artista: http://www.gilbertmontagne.com/

Note: Compositore e musicista francese, nato a Parigi nel 1951, ha realizzato 20 album musicali e raggiunto il successo mondiale con la canzone On va s’aimer, che solo in Francia vendette 700.000 copie. Nel 2006 è stato insignito della Legion d’Onore dal Presidente Chirac.

Informazioni sull’opera

Opera: On va s’aimer

Data realizzazione: 1983

Tecnica: musica pop

Background: On va s’aimer è la canzone che ha consacrato il successo di Montagné.

Informazioni sui contenziosi, attività giudiziaria

Autorità giudicante: Corte Suprema di Cassazione, sez. 1

Sentenza: Sentenza n. 9854 del 15/06/2012

Attore: Montagnè Gilbert Henri, Barbelivien Didier, Universal Music Italia srl, Abramo Allione Edizioni Musicali srl

Convenuto: Premiere Music s.a.r.l, Cywie Michael, Riviere Jean Max

Massima: In tema di diritto d’autore, l’elaborazione creativa si differenzia dalla contraffazione, in quanto mentre quest’ultima consiste nella sostanziale riproduzione dell’opera originale, con differenze di mero dettaglio che sono frutto non di un apporto creativo, ma del mascheramento della contraffazione, la prima si caratterizza per un’elaborazione dell’opera originale con un riconoscibile apporto creativo; ciò che rileva, pertanto, non è la possibilità di confusione tra due opere, alla stregua del giudizio d’impressione utilizzato in tema di segni distintivi dell’impresa, ma la riproduzione illecita di un’opera da parte dell’altra, ancorché camuffata in modo tale da non rendere immediatamente riconoscibile l’opera originaria. Fattispecie in cui il giudice di merito ha correttamente accertato l’illecita riproduzione, da parte del brano musicale “On va s’aimer”, dei caratteri essenziali della canzone “One fille de France”, per identità della melodia dei ritornelli.

Link sentenza: